Rinnovare il proprio portfolio di vignette

Quando ho parlato del portfolio del vignettista (di una serie di gallerie di vignette come portfolio, quindi) ho accennato all’esigenza di mostrare subito ai visitatori, e potenziali clienti, le ultime vignette disegnate e pubblicate. Nelle prime versioni del mio sito, statico e non aggiornabile facilmente, erano invece visibili le vignette più vecchie. Per visionare le nuove vignette bisognava andare a fondo pagina e cliccare su un paio di link.

Lasciare il portfolio di vignette in quelle condizioni avrebbe fatto pensare che:

  • il sito era abbandonato, o quantomeno trascurato
  • il vignettista non aveva più disegnato alcuna vignetta

Quando ho progettato la nuova versione di ludus.info, ho deciso di rinnovare il mio portfolio di vignette. Anche se sono stato fermo per qualche anno, tuttavia avevo disegnato qualche nuova vignetta.

Le nuove vignette sono sempre migliori di quelle passate

Questo è un mio problema: ogni volta che finisco un disegno, il giorno dopo già non ne sono più soddisfatto. Preferisco le ultime vignette disegnate rispetto a quelle create anni fa.

Ne salvo poche, che ho quindi lasciato nel portfolio, nelle varie gallerie.

Lo stile e la tecnica del vignettista possono cambiare

Tutte le mie vecchie vignette erano inchiostrate a pennarello e colorate con i pennarelli Pantone: ecco perché quelle vignette non sono più valide oggi, che non uso più quella tecnica di colore. Le vignette disegnate tra la fine degli anni ’80 e l’inizio dei ’90 erano invece colorate con pastelli e gessetti. Ne ho lasciata qualcuna, ma non sono più rappresentative del mio lavoro.

Con il tempo cambia anche lo stile di disegno, quindi è bene rinnovare il proprio “parco vignette”.

Mostrare ai clienti le ultime vignette create

Rinnovare le gallerie delle proprie vignette permette di mostrare online gli ultimi lavori eseguiti.

Oggi, grazie al sito creato con WordPress, posso aggiungere o rimuovere vignette come voglio, facilmente e velocemente, e creare nuove gallerie tematiche.

Lasciami la tua opinione