Il disegno più… rubato!

Da quando ho messo online il sito e creato diverse gallerie di vignette, alcuni disegni sono stati prelevati – ovviamente senza chiederne il permesso. Cercando in rete, sia con Google sia con il servizio di Tineye, ho scoperto quali vignette erano state usate nei vari siti: come avatar nei forum, in volantini online, in articoli di blog, ecc.

Una volta, qualche anno fa, entrando nella libreria Feltrinelli di via Orlando a Roma, ho trovato la mia caricatura di Dante Alighieri stampata in un cartello per la sezione Poesia. Ogni sezione della libreria aveva un disegno, quasi sicuramente prelevato in rete a insaputa dei rispettivi autori.
Feltrinelli
Un amico mi disse che il suo dentista aveva ritagliato la mia vignetta creata per la rivista «Il Mercatino del Collezionista» della Golden Italia editrice e l’aveva appesa nel suo studio.

La vignetta più… gettonata

È il personaggio di Frate Tuck. L’ho trovata spesso in rete, nei più svariati modi. Qualcuno aveva cancellato anche la mia firma.

Forse pochi sanno che le immagini non si “trovano su Google”, ma sui rispettivi siti. Google non fa altro che mostrare le immagini presenti nei siti. Prima di prelevare un’immagine è buona educazione informarsi se esiste il copyright sui disegni o sulle foto.

Lasciami la tua opinione